Nessuna barriera per le famiglie con i bimbi

Il progetto “Barriera Family Friendly” nasce da una riunione effettuata con 5 commercianti di Corso Vercelli, che dopo aver partecipato ai corsi di formazione messi a disposizione da Brinc e Liberi tutti con l’aiuto del Comitato Urban nel biennio 2012/2013 propongono di creare un’area che vada incontro alle esigenze delle famiglie con bambini.Mascotte

I numeri parlano chiaro: la sesta circoscrizione e in particolare l’area di Barriera di Milano, sono la circoscrizione con il rapporto più alto tra dimensione e numero di bambini 0-5 anni. Un numero crescente di famiglie che oggi, trovano nei centri commerciali limitrofi la soluzione alle loro esigenze di shopping conveniente e di qualità unito ad intrattenimento e servizi primari.DSC_1277

I cinque valorosi imprenditori, oltre alla possibilità di aumentare il numero di servizi per le famiglie (baby parking/giochi a disposizione nei negozi/angolo offerte in vetrina) ragionano sulla possibilità di offrire un calendario continuo di animazione a basso costo all’interno delle attività commerciali e altre iniziative di divertimento.

Presentato con il patrocinio del Comune di Torino e della Circoscrizione 6 e con il sostegno della filiale locale di Banca Intesa San Paolo, il progetto Barriera Family Friendly è stato realizzato grazie al Cofinanziamento del Bando “Manager d’Area” di Urban Barriera. L’impegno economico potenziale per ogni impresa è contenuto ma  l’obiettivo è ambizioso:  arrivare a 20 partecipanti. Il risultato è straordinario: la partecipazione è ampia fra le attività che risiedono nel tratto tra Via Palestrina e Via Rondissone, oltre il 70% ovvero 28 commercianti aderiscono all’associazione. Inoltre  aderiscono al progetto, come partner istituzionali, sia Quercetti Giocattoli sia la filiale Intesa San Paolo di Piazza Crispi sia il Baby Parking Maga Magò di Via Belmonte. DSC_1290

Il progetto prevede la creazione di un Associazione di Promozione Sociale, “Ass. Barriera Family Friendly”, che aderiscono ad un codice etico comportamentale che tutela e rispetta i bambini e le loro famiglie.
Ogni impresa allestisce, con l’aiuto di Quercetti, un punto gioco all’interno del negozio e dei punti baby pit-stop (allattamento, cambio, scalda pappa e scalda biberon) a disposizione gratuita della clientela.
Inoltre, viene organizzato da ottobre a dicembre 2014 un calendario di micro-eventi gratuiti tutti i venerdì pomeriggio e sabato tutto il giorno con offerte commerciali tematiche dedicate alla famiglia e un accordo con il baby parking convenzionato di Via Belmonte.

Annunci

Si scrive BON! Si legge BARRIERA OPEN NIGHT

Dopo numerosi progetti valutati a vantaggio del comparto ristorativo di Barriera di Milano ma non andati a buon fine per problemi legati alla partecipazione, è stato proposto il progetto di Piazza Crispi: ovvero creare un’offerta di somministrazione e ristorazione in modo da realizzare un polo gastronomico attrattivo capace di sviluppare economie di agglomerazione.

BON! foto 1
Presentato con il patrocinio del Comune di Torino e della Circoscrizione 6 e con il sostegno della filiale locale di Banca Intesa San Paolo, il progetto Bon! è stato realizzato grazie al Cofinanziamento del Bando “Manager d’Area” di Urban Barriera ed ha ricevuto immediata attenzione da parte di numerose attività del territorio di Barriera.
Nonostante il finanziamento richiesto per ciascuna attività fosse elevato, era infatti necessario coprire i costi di strumentazione (es. piastre, bollitori, frigoriferi portatili, etc.) e prodotti alimentari ad alto livello di deperibilità, il risultato finale è stato sorprendente: 10 attività hanno deciso di far partire il progetto BON! Animare settembre in Piazza Crispi con 4 fine settimana dedicati alla ristorazione e allo spettacolo, con la prima edizione di B.E.S.T. (Barriera Ever Show Talent).

BON! foto 2Questi i numeri di ciò che è stato realizzato:

  • Oltre 40 talenti, di Barriera e non, si sono esibiti sul palco di B.E.S.T.;
  • Oltre 5.000 panini mangiati (avevamo fame, sì…);
  • Oltre 2.000 litri di birra bevuti (avevamo anche sete…);
  • Oltre 7.000 passaggi sulle 7 serate.

 

 

 

BON! foto 3Per 7 sere Piazza Crispi si è trasformata da parcheggio abusivo a luogo di attrazione e coinvolgimento sociale e l’effetto immediato è stato il concreto ringraziamento da parte dei cittadini che hanno ricevuto gli operatori commerciali per aver reso più sicura la piazza.